AperiSpritz, tu come lo preferisci?

Oggi parliamo di quello che per noi  è ormai un cult come aperitivo: lo “Spritz”.
Lo spritz è un aperitivo alcolico italiano, popolare nel Nord Italia, soprattutto in Veneto e in Friuli Venezia Giulia, a base di vino bianco o Prosecco , acqua frizzante o seltz.

Dovete sapere che il nome “ Spritz” deriva dal verbo tedesco ”spritzen” ovvero spruzzare, questo si deve ai soldati dell’Impero austro-ungarico, che per rendere i vini un po’ meno forti, in termini di gradazione usavano allungarli con l’acqua frizzante.
Ed infatti in tutto il Triveneto viene ancora degustato nella sua forma originaria.

Negli anni sono poi  state apportate delle varianti come che hanno fatto in modo che arrivasse ora a noi anche nella versione macchiato, ovvero, con l’aggiunta di bitter come Aperol, Campari, Bitter Negroni.
Inoltre a seconda delle regioni italiane possiamo trovare ancora altre varianti come: in Friuli Venezia Giulia, nel Pordenonese troviamo lo spritz “Rabarbaro Zucca”, oppure il “Furlan” ossia Sprizt Aperol e Gassosa.
Invece a Trieste una variante molto popolare, specie tra i giovani è quella dello “Spritz Arancio” quindi con l’aranciata. E ancora nel  Goriziano, la variante più popolare è vino rosso e aranciata comunemente chiamato “Rosso Aranciata”, nel vicentino chiamato spesso Rabaltà..

In Trentino la variante consiste nel tipo di spumante come ad esempio lo spritz col Trento spumante bianco. In Alto Adige invece lo spritz viene servito alla maniera originale austriaca.
Proprio, grazie a tutte queste varietà, lo spritz si è meritato un evento dedicato tutto suo: l’ AperiSpritz!

Giulia Curzolo

One thought on “AperiSpritz, tu come lo preferisci?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.